Agrippina minore, moglie di Claudio (41-54 d.C.), dupondio, emissione del 50-54 d.C.

Agrippina minore, moglie di Claudio (41-54 d.C.), dupondio, emissione del 50-54 d.C.

1.600,00

Esaurito

000

MRI21/0384 – Impero Romano, Agrippina minore, moglie di Claudio (41-54 d.C.), dupondio, emissione del 50-54 d.C., D/ AGRIPPINA AVG GERMANICI F CAESARIS AVG, busto di Agrippina drappeggiato a sinstra; R/ anepigrafe, Cerere seduta, regge alcune spighe di grano e una torcia trasversale; AE zecca tracica incerta, forse Perinto; RIC -; von Kaenel, Thrakien, Agrippina Minor Typus B; RPC I, 1955; AE; 29,83 mm; 16,83 gr; BB/qBB, estremamente raro (RRRR)

Emissione moto rara, l’unica in cui Agrippina vivente è raffigurata da sola. Bello e insolito ritratto espressivo per il tipo.

 

La moneta fa parte di una serie di bronzi particolari, sesterzi e dupondi, emessi in una zecca provinciale di area tracica, forse Perinto.

Alla stessa serie appartengono i famosi sesterzi emessi a nome di Britannico, figlio di Claudio, a nome di Nerone Cesare e di Agrippina Minore, quarta moglie di Claudio. Non esistono però emissione a nome dell’imperatore.

Si pensa che queste monete facessero parte di emissioni speciali, pensate per essere utilizzate dalle guarnigioni romane lì stanziate relativamente da poco, da quando nel 46 Claudio formò la provincia di Tracia, dopo la dissoluzione del Regno di Tracia.

Seppure coniate fuori Roma e prive molto spesso delle lettere S-C (il che indica una produzione decentrata, fuori dalla giurisdizione del Senato), queste emissioni, riportando una legenda in latino, rientrano a buon titolo tra quelle imperiali e non provinciali.

Di Agrippina si conoscono rari sesterzi e rarissimi dupondi di zecca tracica. Nella legenda è definita Augusta, titolo di grande prestigio, tributatogli dal Senato.

 

Guarda anche le altre monete romane!

 

https://historianumismatica.it/categoria-prodotto/monete-antiche/imperoromano/